Heavy Metal Farmer Chuck Norris Ubriaco sfonda negozio con Rolls Royce Tette giganti: un Besame mucho Cartoni animati fai da te Zoccolette del finesettimana, slurp ! Metà mucca metà umano !!! Trucco allo specchio Zoccolette del finesettimana son tornate Maialino nato con la testa di scimmia Jamaica sex dance Duck Tales LIVE Quando al wrestler serve una sedia... Questa foto si commenta da sola ep.8 Come battere le macchine pesca pupazzi Disegni del cazzo Presentatore si rompe il collo in trasmissione E-Uae Tutorial E vai con la sigla E-Uae come farlo partire E-Uae Un bel video sinistro per voi Italian Spiderman episodio 2 L Italian Spiderman CURRICULA RIDICULA Questa foto si commenta da sola ep.7 Anche io nel mio piccolo sconfiggo il male Un nuovo motivo per sclerare ep. 6?

Pelle verniciata di rosso, teste parzialmente rasate, frecce tirate indietro nei loro archi e puntate dritte al veivolo che ronza sopra le loro teste. Il messaggio è chiaro: State alla larga !
Dietro i due uomini vi è un’altra figura, possibilmente una donna, apparentemente ribelle.
L’apparente aggressività mostrata da queste persone è comprensibile. Loro sono membri di una delle ultime tribu rimaste sulla terra, che vive nella regione Envira nella Foresta Pluviale lungo la frontiera Perù-Brasiliana.
Spero niente del mondo esterno mai avrà a che fare con questa gente, spero rimarrà un grande mistero.

tribe01.jpg

‘Abbiamo fatto un giro di ricognizione per mostrare le loro case, per mostrare che loro sono li, per mostrare che esistono,’ dice l’esperto di tribù incontaminate José Carlos dos Reis Meirelles Junior. Questo è molto importante perchè ci sono alcuni che dubitano della loro esistenza.
Meirelles, sostiene che questo gruppo diventi sempre più numeroso, e sottolinea quanto forti e in salute sembrano queste persone.
Ma altre gruppi incontaminati nella region, le cui case sono state fotografate dal cielo, sono in serio pericolo da organizzazioni illegali in Perù e le popolazioni sono state decimate.

tribe02.jpg

Logging is driving uncontacted tribes over the border and could lead to conflict with the estimated five hundred uncontacted Indians already living on the Brazilian side.
Ciò che sta accadendo in questa regione è un crimine monumentale contro il mondo naturale, le tribù, la fauna ed è un ulteriore testimonianza della irrazionalita cui noi, i “civili”, trattiamo il mondo, ha detto Meirelles.
E’ straordinario pernsare che, nel 2008, rimangono li circa un centinaio di gruppi di persone, sparsi per la terra, i quali non sanno nulla del nostro mondo e noi del loro.
Le tribù incontaminate, che sono collocate nella giungla del sud America, Nuova Guinea e una remota e bellissima North Sentinel Island nell’ oceano Indiano,(i cui abitanti hanno anche risposto con una estrema violenza al tentativo di contatto), hanno una sola ed unica cosa in comune, vogliono essere lasciate in pace.
E per buone ragioni. La storia del contatto, fra tribù indigene e il mondo esterno, è sempre stata cosa spiacevole.
tribe06.jpg
Nel nostro sovrappopolato mondo il futuro è appeso a un filo. Quasi tutte queste tribù sono osservate da potenti esterni che vogliono le loro terre. Questi esterni - minatori, proprietari di ranch, di bestiame - spesso tentano di uccidere la gente di queste tribù per prendere ciò che vogliono.
Anche dove non c’è violenza, le tribù possono essere spazzate via da disagi come il comune freddo di cui non hanno resistenza.

Secondo Miriam Ross di Survival International, che lotta per la protezione di queste tribù indigene rimaste al mondo, “Queste tribù rappresentano l’incredibile diversità del genere umano. Noi dobbiamo rispettare la loro scelta. Ogni contatto che hanno con stranieri deve essere nel loro tempo e nelle loro condizioni”.
Di come sono queste persone, come vivono le loro vite, che lingua parlano - non sappiamo niente. ‘Normalmente puoi dire quali tribù parlano la loro lingua, come si acconciano i capelli, come adornano il loro corpo e così via, ma in questo caso le foto non ci permettono di avvicinarci abbastanza per vedere, dice Ms. Ross.

tribe04.jpg

Quando gli antropologhi inzialmente sorvolarono l’area, videro donne e bambini all’aperto e nessuno apperve essere pitturato. Fu solo quando l’aereo ritornò qualche ora dopo che videro questi individui ricoperti dalla testa ai piedi di rosso. ‘Tribù nell’Amazonia pitturano sestessi per ragioni molteplici - uno dei quali quando si sentono minacciati e aggressivi’, dice Ms. Ross.
‘E sono quasi certi di sentirsi minacciati o aggressivi vero l’aereo, che era li dove sono state prese queste foto. Sono quasi sicuri di non sapere cosa rappresenti per loro l’aereo - forse lo spirito di un grosso uccello’.
‘La giungla è fondamentale per le loro vite e la loro sopravvivenza. E’ loro casa, la loro risorsa di cibo, la sorgente della loro cultura. Senza di essa non potrebbero esistere’.
Un contatto è solitamente un disastro per queste remote persone, che vivono una vita mai cambiata per più di 10,000 anni.

tribe05.jpg

Ms Ross aggiunge: ‘ queste immagini sono evidenza che esistono veramente tribù segrete . Il mondo ha bisogno di svegliarsi riguardo questa idea, e assicurarsi che i loro territori siano protetti dalla legge. Altrimenti presto saranno estinti.’


Cerca: , , , , , , , , , , , , ,

Ritieni questo post utile o interessante?
Condividi

3 Responses to “L’ULTIMA TRIBU’ RIMASTA SULLA TERRA”

  1. TiFa Says:

    Bene, ora si sono sicnerati che queste tribù esistono veramente … e allora che li lasciassero vivere in santa pace senza andare a distruggere pure quel poco di natura selvaggia rimasta al mondo!!!

  2. Ale Says:

    Qua, in Brasile, siamo consapevoli dell’esistenza di una centinaia di tribù in questa regione del paese - la più grande, alcune conosciute ed altre non. Si vede spesso nei tgi notizie di una nuova area bruciata, tanto grande come il Maracanã ( uno stadio molto famoso internazionalmente) oppure di uno stato come Alagoas. Non raramente ci sono scontri tra “i civili” e gli indigeni, risultando in morti brutali.
    Se saranno spinti a lasciare la loro terra e migrare alle grandi città - come l’hanno già fatto tantissimi di loro - ci sarà una crescita della popolazione che vive mendicando per le vie ( un’immagine che non piace a nessuno). E non solo la vita in città sarà disturbata: la vita naturale anche sarà perduta e perderemmo un grande patrimonio.
    Peccato che, in Brasile, la gente dice amare tanto il paese, di non voler un intervento internazionale perchè non ci venga tolta la sovrania ma non rispetta quello che ancora possiede, distruggendo senza pietà.
    Non dico che non si deva esplorare la giungla e fermare il progresso, ma penso che la gente potrebbe imparare a convivere in pace e usare le diverse alternative che già abbiamo cui scopo è lo sviluppo sostenibile.

  3. max Says:

    Penso che la società “civile” non debba aver nessun contatto con le ultime sopravvissute persone libere e felici di questa terra!l unico modo di preservarle é lasciarli vivere nel loro ambiente cercando di far pressione sui governi ove vivono perchè si impegnino a rispettare le foreste e la terra gia troppo deturpati dall uomo ed i cambiamenti climatici lo testimoniano ! a volte é piu saggio tornare indietro sui propri passi e non continuare ciecamente nell illogica ricerca di profitti! spero che un giorno tornino ad essere numerose le tribù perchè penso che avrebbero tantissimo da insegnare sulla natura e sulla vita.

Rispondi al post